A distanza di un anno dalla sua costituzione MSA conta già più di cento professionisti qualificati 

Da anni lo sport è soggetto a grossi cambiamenti. Sia a livello tecnico che manageriale, problemi in passato marginali, ora chiedono di essere affrontati in modo consapevole e responsabile. Da chi? Da professionisti formati e con esperienza, come, ad esempio, i Manager Sportivi, ovvero persone che operano sia in ambito dilettantistico che professionistico e sono in grado di gestire strategicamente le organizzazioni, gli impianti e gli eventi sportivi, grazie a un importante Know how in termini di gestione d’impresa, strategie di marketing, comunicazione e radicate conoscenze sugli aspetti giuridici, economici e finanziari legati al settore.
Fino a poco tempo fa la loro spendibilità sul mercato del lavoro passava prevalentemente attraverso una rete di contatti personali, spesso costruita nel tempo all’interno di percorsi sportivi. Mancava uno standard di riferimento sulla loro qualità e sulle loro competenze. Questa lacuna è stata recentemente colmata. Come? Da chi? Sulla scia di quanto previsto da una legge dello Stato, finalizzata a regolamentare le professioni non ricomprese in albi o ordini professionali, poco più di un anno fa un gruppo di uomini di sport ha dato vita ad un’Associazione, Manager Sportivi Associati (MSA) che, ad oggi, è l’unica rappresentante di una professione in campo sportivo, inserita nel registro del Ministero dello Sviluppo Economico delle associazioni che rilasciano un attestato di qualità e qualificazione professionale.
Credo che l’idea di iniziare un percorso di associazione delle varie figure che operano nel mondo dello sport management sia un’idea oltre che molto valida anche doverosa. C’è davvero bisogno di un’organizzazione che diffonda uno sport sempre più al passo con i tempi, ma ancorato ai valori di sempre” commenta Roberto Ghiretti, Presidente di Studio Ghiretti e famoso Manager Sportivo con una carriera di successo alle spalle nella pallavolo.
Grande l’entusiasmo tra gli operatori del settore nei confronti di questa realtà che ad oggi, dopo nemmeno un anno dalla sua nascita, ha già raccolto l’adesione di più di cento professionisti. Soci che, rispondendo ai requisiti individuati come essenziali per l’esercizio dell’attività, hanno scelto MSA come garanzia di serietà e hanno saputo cogliere i vantaggi di un attestato di qualifica con validità pubblica rilasciato dall’Associazione.
E’ vero che la qualifica di MSA non è necessaria per svolgere questa professione – afferma Marco Gamberale, membro del consiglio direttivo dell’Associazione e noto Manager con esperienza pluriennale in Infront, una delle società a livello mondiale con maggior esperienza nel campo del marketing sportivo internazionale – E’ però altrettanto vero che in un futuro non molto lontano credo possa diventarlo. Se la direzione è quella tracciata dall’Europa con l’EQF, il Quadro Europeo delle Qualifiche, che ha reso formalmente comprensibili a tutti i risultati di apprendimento di ciascuna qualifica, allora è evidente come la partecipazione alla vita di MSA sia oggi il presupposto di serietà e qualità e, in prospettiva, il requisito per una maggiore competitività sul mercato del lavoro”.
Già perché l’esigenza di distinguersi professionalmente è uno dei bisogni cui MSA cerca di dare risposta; “fare della propria passione una professione” questo il claim scelto dall’Associazione a simboleggiare il suo essere luogo di incontro e confronto professionale di uomini e donne legati dall’amore per lo sport.
Mi occupo di Sport perché amo lo Sport. Il gioco, la pratica, le regole, il rispetto, la sfida, il confronto, la vittoria, l’emozione, la stanchezza, la sconfitta, la passione, il tifo… Questo miscuglio magico è reso possibile da chi gestisce, organizza e pianifica le attività sportive in tutti i loro aspetti. Oggi poter riconoscere la professionalità di chi aiuta a diffondere la cultura dello Sport è un importante passo di crescita sociale” dice Luca Nardi, Presidente di Verdura Golf &SPA, prestigioso circolo di golf e non solo.
MSA nasce e si afferma dunque come un’associazione di categoria che, per la prima volta nella storia sportiva del nostro Paese, riunisce, rappresenta e tutela questi professionisti dello sport, facendosi portavoce delle loro istanze e delle loro necessità, ma soprattutto garantendo agli interlocutori di queste figure una qualità di prestazione all’altezza di un contesto sempre più complesso. Fondamentali, infatti, i percorsi di aggiornamento necessari al mantenimento della qualifica professionale organizzati da MSA per i propri soci e i corsi di formazione studiati per fornire ai partecipanti le conoscenze e far acquisire loro le competenze essenziali per diventare Manager Sportivi (per info: www.managersportivi.it).